Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2014

Ceccardo Roccatagliata Ceccardi e i moti anarchici della Lunigiana (1894) - Ceccardo Roccatagliata Ceccardi and anarchist movements of Lunigiana (1894)

Immagine
Nell'opuscolo intitolato " Dai paesi dell'anarchia" (Impressioni sui moti del 1894 nel carrarese) Ceccardo Roccatagliata Ceccardi (Genova 1871-1919) racconta con struggente passione a anche con malinconia e rimpianto, quasi rimpiangesse di  non partecipare a quei fatti in prima persona, della deportazione degli anarchici lunigiani che avevano partecipato oppure che erano indiziati di avere partecipato ai moti insurrezionali del 1894 nel carrarese.
La gente della Lunigiana, sfruttata nelle cave di marmo sino a morire sul lavoro, un lavoro evidentemente molto pericoloso e molto faticoso, aveva sentito sue le idee di Marx e di Bakunin, perchè esse si diffondono "maggiormente nelle classi che soffrono, nelle officine, tra le motrici urlanti, nelle miniere dove il "grisou" scoppia, nelle cave donde si asportano i marmi che faranno belle le case di città"; con queste parole Ceccardo dimostra di avere capito come le classi proletarie solamente possono f…

Quando il marmo di Carrara non diventa opera d'arte. - When the marble of Carrara becomes a work of art.

Immagine
Non sempre il marmo e sopratutto un marmo così famoso, come quello di Carrara, diventa una opera d'arte. Anzi lo diventa sempre meno. Infatti il marmo "statuario" di Carrara - Toscana, diventato famoso perchè i geni dell'arte di sempre: Donatello, Michelangelo , Bernini, Canova, lo utilizzavano per creare le loro opere. Non solo, grandi opere architettoniche del passato, come il Pantheon a Roma o le cattedrali di Siena e Firenze, sono state utilizzando il marmo di Carrara. Persino per costruire a Londra ed a Washington i palazzi del potere, è stato utilizzato questo marmo. Pensate solo alla Pietà del Vaticano, è stata creata, dal Michelangelo ventenne, utilizzando un blocco di puro marmo di Carrara. Il marmo delle Alpi Apuane viene utilizzato dall'uomo, per la prima volta, addirittura in epoca del rame. Veniva utilizzato per costruire utensili. Ma è in epoca romana, dal I° Secolo A.C., che viene utilizzato in modo intenso, per costruire le città imperiali e le o…

Arte del Rinascimento: Donatello. Art of the Renaissance: Donatello.

Immagine
Donato di Niccolò di Betto Bardi detto Donatello. Scultore fiorentino del Rinascimento (1386-1466). E' stato il più grande scultore del Quattrocento toscano, il vero inventore del Rinascimento plastico.  Molte le sue opere che dimostrano il suo recupero del senso della realtà, dopo il periodo della classicità, e l'abbandono di questo modo di scolpire, basti pensare alle opere precedenti che riprendeva solo un senso mistico-teologico. Questo recupero del senso della realtà è il filo conduttore  dell'arte di Donatello: dà un senso unitario e stilisticamente non equivoco agli aspetti polivalenti della sua scultura, ora realistico-classica, ora realistico-espressionista, ora a concitati ritmi gotici, ora a "stiacciato" plastico,ora a ad ampi respiri spaziali e prospettici, ora a superfici stupendamente scandite.
In particolare voglio proporre una delle opere più mature di Donatello: S.Giorgio, creato verso il 1416 per una nicchia esterna di Orsanmichele, a Firenze. …