giovedì 31 luglio 2014

Video arte - Il trenino verde Video art - The Green Train

Le immagini che raccontano un indimenticabile viaggio all'interno della Sardegna.

The images that tell an unforgettable journey through Sardinia.



Il Trenino Verde Stazione di Mandas - Sardegna (Foto di AngeloVignolo-2014)



martedì 8 luglio 2014

Arte delle parole e delle immagini: Ritorno a Sinara - Art of words and images: Back to Sinara

Arriva da oriente, migliaia di anni fa, il popolo del mare. Ha conosciuto onori e fortune. Ma la grande carestia lo ha costretto a fuggire dalla pianura di Ur, a ritornare nella terra degli avi a Sinara. Dove i potenti raggi di Sin davano energia alle torri che vigilavano il mare. Dalla terra dei grandi fiumi, dove non era più possibile vivere, salparono con le loro navi a doppia prua e dopo giorni e giorni di navigazione approdarono sulla costa della grande isola ad occidente. Ma alcuni di loro, non ancora soddisfatti di quella terra, continuarono verso nord, sino alla fine della costa, e ancora ad occidente, sino a che non incontrarono una piccola isola, piena di alberi, e lì decisero di fermarsi. Erano arrivati a casa, lì dove gli anziani li avevano mandati. Scesero in una spiaggia piccola, la sabbia era bianca e rossa, rossa del corallo. Un animale dalle grandi corna li stava aspettando, curioso di loro. Li guardò un poco, quasi ad accertarsi che fossero proprio loro, il popolo del mare. Evidentemente soddisfatto ritornò tra gli alberi e piano piano si allontanò.
Proprio sulle rocce attorno alla spiaggia, il popolo del mare eresse i propri “segnacoli”, in omaggio a Sin, per ringraziarlo, perchè aveva protetto il loro viaggio per mare. Per avere loro permesso di ritrovare la loro casa. Eressero con la pietra questi “totem”, che ancora oggi ricordano Sin. Ecco perchè sono ritornato a Sinara e ho, anch’io eretto le mie “torri”, i miei “segnacoli”, che segnaleranno la mia presenza su quel territorio: un omaggio a Sin, ma anche al “popolo del mare”.

Comes from the east, thousands of years ago, the people of the sea. He knew honors and fortunes. But the great famine forced him to flee from the plains of Ur, to return to the land of their ancestors in Sinara. Where the powerful rays of Sin gave power to the towers that guarded the sea. From the land of the great rivers, where it was no longer possible to live, they sailed their vessels with double bow and after days and days of sailing they landed on the coast of the large island to the west. But some of them, not yet satisfied with that land, they continued north until the end of the coast, and even in the west, until he met a small island, full of trees, and there they decided to stop. They had arrived at the house, there where the elders had sent them. They got in a little beach, the sand was white and red, the red of the coral. An animal Bighorn was waiting for them, curious about them. He looked at them a little, as if to make sure they were their own, the people of the sea. Evidently satisfied back among the trees and slowly walked away. 
Just on the rocks around the beach, the sea people erected their "grave markers", in homage to Sin, to thank him, because he had protected their sea voyage. To have allowed them to find their home. They erected the stone with these "totems" that still remember Sin. That's why I returned to Sinara and I, I built my "towers", my "grave markers" that will signal my presence on that territory: a tribute to Sin, but also to the "people of the sea".



Segnacoli sulle rocce dell'isola dell'Asinara. Grave markers on the rocks of the island of Asinara.


Segnacoli sulle rocce dell'isola dell'Asinara. Grave markers on the rocks of the island of Asinara.


Segnacoli sulle rocce dell'isola dell'Asinara, opere di Angelo Vignolo. Grave markers on the rocks of the island of Asinara, works of Angelo Vignolo



Isola dell' Asinara (Sardegna - Italia) Foto di Angelo Vignolo 2014 -Asinara island (Sardinia - Italy) Photo of Angelo Vignolo 2014

Cave town - Città nelle caverne.

The oldest cave town in Georgia. Back in the first millenium BC it was a flourishing city situated on the grat east-west trade route, the ...